7 cose da tenere a mente per vivere bene in una casa piccola

Se hai l’idea di trasferirti in una casa più piccola per risparmiare, per avere un minor impatto ambientale e per essere più libero a livello finanziario, continua a leggere questo articolo perché ti sto per spiegare 7 cose da tenere a mente per vivere bene in una casa piccola. Parliamo di case piccole, ma che significa? Stiamo parlando di appartamenti sotto i 40 mq in cui gli ambienti sono pochi e molto piccoli.

7 cose da tenere a mente per vivere bene in una casa piccola immagine

A differenza di qualche anno fa, oggi le case piccole sono molto più diffuse e forse anche ricercate. Vivere in una casa piccola, può avere dei vantaggi come ad esempio risparmiare sulle bollette, ma anche degli svantaggi come rinunciare a spazio personale. La scelta di vivere in una casa piccola, sicuramente è dettata da uno o più motivi, può essere determinata per necessità o perché effettivamente è una cosa che piace. 

Ecco 7 cose da tenere a mente per vivere bene in una casa piccola:

7 cose da tenere a mente per vivere bene in una casa piccola immagine
  1. A cosa devi rinunciare in piccoli spazi: Sicuramente ridurre gli spazi richiede un sacrificio, ma questo non è detto che sia una cosa negativa, bisogna iniziare a capire cosa per noi è superfluo e cosa invece dobbiamo tenere. Possiamo pensare di eliminare gli oggetti e mobili che effettivamente non ci servono, avremo un minor impatto ambientale e sicuramente le bollette saranno meno care. Avremo meno spazio per invitare parenti ed amici, ovviamente questo lato può essere visto come cosa positiva o negativa ed è puramente personale.
  2. I benefici di vivere in una casa piccola: Un piccolo spazio ti porta ad avere meno manutenzione e anche le pulizie saranno più veloci. Avendo meno mobili, quelli che sceglierai possono essere di qualità e costo maggiore. Spinti dal voler uscire, farai magari una vita più a contatto con la natura, vivendo i tuoi spazi solo in determinati momenti della giornata.
  3. Cosa richiede lo stile di vita che fate: Com’è la tua vita? Sei spesso a casa? O sei tutto il giorno fuori? A che ora rientri? Ci sono stanze che non utilizzi? Prima di scegliere di trasferirti in una casa molto piccola, ci sono domande che dovrai porti, per capire se è la scelta giusta per te.
  4. Quali sono le tue priorità in casa: metti nero su bianco le priorità che tu hai in casa: di cosa non puoi fare proprio a meno? Cosa ti serve? Anche se la casa è piccola non devi rinunciare proprio a tutto, basta saper sfruttare al meglio gli spazi e imparare a gestirli.
  5. Valuta la comodità e l’accessibilità: solitamente per recuperare spazio nei piccoli ambienti, si usano tutti gli angoli possibili e spesso si creano soppalchi. Valuta se riesci a raggiungere ogni spazio con facilità o se qualche elemento o impostazione può risultare alla lunga scomodo e poco pratico.
  6. Ricorda l’esperienze passate, in situazioni simili: Ti sei trovato in passato in piccoli spazi, anche per poco tempo? Come hai reagito, cosa andava bene e cosa invece avresti voluto cambiare?
  7. Considera la temperatura e il clima: Vivere in una casa piccola in luoghi molto freddi può portarti a non sopportare la situazione a lungo, soprattutto se per parecchi mesi sei costretto a vivere al caldo. Anche in luoghi molto caldi può essere la stessa cosa, non avendo la possibilità di evadere potresti pentirti della scelta fatta. Quindi valuta bene anche il luogo dove desideri trasferta, oltre che la casa stessa.

Potrebbero interessarti anche...